Archive for April, 2012

PPT Malta Incandela chipleader dopo giorno 1 B

Siamo solo all’inizio, ma già qualcosa sta cominciando ad essere visto, mostra la Malta TPP al momento Italiano 2 Gran spolvero Day 1 B, è il leader del chip Frederick Incandela e Francesco Flavia. Un torneo dove 237 giocatori partecipano, tra cui il famoso Donato De Bonis e Gianluca Mattia, due nella top 10. Solo all’esterno, invece, Genova, Marco Della Monica, Carlo Misuraca, Eros Nastasi e Gianluca speranza.

Esso è le uscite di retribuzione dopo giorno 1 B

(1) Frederick 171 Incandela 600
(2) Francesco Favia 157 600
(Francesco 140 000 3 Nguyen)
133 (4) 800 Bonus Donato
(5) Kristina Polgar 133 800
(Flavio Ionut Voinea 6 130 300)
(7) Gianluca Mattia 125 000
icon cool PPT Malta Incandela il chipleader dopo il Day 1 BEmanuele 118 900 vincenti
(Vincenzo 9 114 Filippi 700)
(10) Roberto sabato 111 200

View the original article here

EPT Montecarlo Martinez chipleader addio a Minieri

AppId is over the quota
AppId is over the quota

minieri1 300x155 EPT Montecarlo Martinez chipleader addio a MinieriIl day 2 dell’EPT di Montecarlo fa sognare Massimiliano Martinez che è il chip leader con 456.300 fiches al cospetto degli altri 136 giocatori rimasti. E’ finito invece il torneo per Dario Minieri sconfitto con un colore dall’italo tedesco Giuseppe Pantaleo. Sono 96 i giocatori che andranno a premio e quindi siamo prossimi alla bolla. Al momento questa è la situazione della top ten:

1) Massimiliano Martinez 456.300
2) Mohsin Charania 413.500
3) Erik Seidel 362.200
4) Anatoly Gurtovoy 339.100
5) Geert-Jan Potijk 324.600
6) Vadzim Kursevich 317.800
7) Lawrie Inman 303.500
icon cool EPT Montecarlo Martinez chipleader addio a Minieri John Andress 301.200
9) Giuseppe Pantaleo 294.400
10) Tudor Grangure 293.900 

View the original article here

Poker Omaha, secondo solista al Texas Hold’em

Poker Omaha, secondo solo al Texas Hold’em

Dopo il Texas Hold’em, Omaha è certamente la disciplina di giocatori di poker più popolare e più noto. E molti giocatori ceercano nuovi stimoli per scoprire nuovi giochi. Uno di loro è sicuramente United Alioto, giocatore Omaha più successo in Europa e nel mondo

Ora è un fatto acclarato, più che il poker è diventato uno dei giochi più popolari in Italia e nel mondo. E in aggiunta alla versione più comune, meglio conosciuta con il nome di Texas Hold’em, ci sono altri che stanno iniziando ad attirare un numero crescente di appassionati. Tra questi è senza dubbio l’Omaha Poker, forse la più interessante variante di questo gioco tanto amato dal pubblico. Vediamo, quindi, per riprendere a capire la sua storia e il suo sviluppo. Omaha Poker: le regole essenziali

Prima di prendere un tuffo nel passato per capire le origini e lo sviluppo di questo divertente guardare variante del poker per capire quali sono le regole del Omaha che differiscono con il Texas Hold’em. Quindi, diciamo che la caratteristica che diversifica la disciplina del poker Texas è composta da carte distribuite ai giocatori di poker. Essi hanno, infatti, ricevono quattro, ma due solo può utilizzare per creare le proprie combinazioni con carte trasformati posto sul tavolo.

Le regole del Omaha diversificare le probabilità molto calcolato di Omaha Poker che spesso può rettificare anche abili giocatori nel Texas Hold’em. Ad esempio, per fare un colore non è sufficiente avere una carta come nel poker tradizionale, in Texas, ma servono due. Così per inviare questa combinazione, non solo dispone di una scheda di una tuta e legato con altri quattro Consiglio. E questa è solo una delle differenze sostanziali che differisce da queste regole poker Omaha Texas.

Questa variante del poker, considerato come la figlia di Texas Hold’em, è nato negli Stati Uniti a Detroit in 70 anni ed era due da tre. All’inizio, tuttavia, le carte che sono state trattate al giocatore ha 5 e non 4, che hanno limitato il numero di persone che potrebbero sedersi a un tavolo. Poi, mappe rapidamente si ridussero a un numero di quattro, e negli anni 1980 all’inizio furono determinate regole Omaha come la conosciamo oggi.

In breve, possiamo davvero dire che questa variante del Texas Hold’em, ma nell’ultimo periodo si sta espandendo sempre di più. Senza dubbio, infatti, la ragione per cui molti giocatori cresce più vicino è ricerca di nuove idee e nuove emozioni. Oltre ad avere quattro carte in mano, invece di due, la dinamica è completamente diversa e una combinazione può essere un valore diverso.

Pertanto, oggi possiamo dire che l’Omaha Poker, nonostante non raggiungono il successo del Poker Texas Hold’em è stata una grande espansione. Questo è dimostrato dal fatto che, molto spesso in grandi tornei come il WSOP, questa variante è la quantità di spazio all’interno. Basti dire che il calendario WSOP 212 è ricco di eventi in questa disciplina.

Pertanto, se da un lato, il Texas Hold’em è il gioco più amato noi possiamo dire che molti giocatori avvicinato con entusiasmo a questa altra disciplina. Uno di loro è il nostro Dario Alioto che, negli ultimi anni, ha avuto una road map davvero impressionante. Cominciamo con la vittoria nel WSOP Europe 2007 torneo fu £ 5.000 Pot Limit Omaha, per non parlare di altri ottimi risultati nel WSOP nuovamente USA.

Inoltre, Dario Alioto vinse due tornei di satelliti EPT nel 2009 a Londra e a Praga nel 2010. E tutte queste vittorie danno il titolo di miglior giocatore europeo di Poker Omaha e un terzo di tutti i tempi WSOP soldi list Omaha. In breve, anche se gli italiani hanno ancora molto da imparare a Texas Hold Em, Omaha certamente non può dire più tardi. Che avrà quattro carte in tuo fatti a mano questo gioco come il poker tradizionale?

Tweet

View the original article here

EFA Berlino Davidi Kitai WINS 2012

EPT Berlino 2012: vince Davidi Kitai

Davidi Kitai ha vinto l’evento principale dell’EPT Berlino 2012 e diventa il quinto giocatore ad aver vinto la Triple Crown con una vittoria in un torneo, EPT, WSOP e WPT. Un sogno perseguito dal canadese Daniel Negreanu a caccia della prima vittoria di EFA.

Un tavolo finale una spettacolare giocato ieri presso l’EPT Berlino 2012, che ha visto il trionfo di Davidi Kitai canadese Andrew Chen. E dopo la sua prima vittoria in un giocatore Belgio circuito EFA diventa il quinto giocatore a vincere la tripla corona, vincitore Poker, oltre a questo braccialetto Main Event WSOP in PLH 2008 torneo $ 2K e un WPT del titolo nel 2011.

In breve, una vittoria che si dedicò a giocatori come Daniel Negreanu e Olympus di Texas Hold’em stanno cercando per qualche tempo. Il canadese, infatti, attivo nelle torri del poker WPT e WSOP, ha cercato di quest’anno per ottenere la proprietà ambita Poker Triple Crown senza, tuttavia, essere in grado di vincere un torneo EPT. C’è, tuttavia, Davidi Kitai, dopo una prestazione davvero degno di nota.

E poi vedremo insieme come le fasi finali di questo torneo. Poco prima che fino l’ultimo capo Kitai elimina André Morath, che ottiene il livello più basso del podio presso l’EPT principale evento 2012, portando a casa un pezzo di 290.000 euro. Poi viene il turno di canadese Andrew Chen, battuto dal belga che, grazie a un po’ di fortuna, ottiene la regola in questo torneo Pokerstars EPT weblog.

La mano che conduce alla vittoria Kitai Split è il seguente. Il belga è integrato dal pulsante con 7 K e il canadese, dopo aver preso un colpo a guardare la sua mano, chiama con piastra q mettere tutto quello che rimane. La Commissione è di Kitai con 6 K 6 il flop, il turn e un K 3 sul fiume. Niente da fare per Andrew Chen dovrà accontentarsi di un prezzo di euro 613 000 e un secondo posto.

Per i giapponesi, un pezzo di 712 mila euro di premio e di gioia per il quinto giocatore ad aver vinto l’ambita Triple Crown Poker, un sogno inseguito da un giocatori come Daniel Negreanu!

Tweet

View the original article here

Amarillo Slim, ricoverato in una clinica

AppId is over the quota
AppId is over the quota
Amarillo Slim, ricoverato in una clinica

Condizioni critiche per Thomas Austin Preston Jr, meglio conosciuto con il nome di Amarillo Slim, che due giorni fa è stato ricoverato in una clinica in condizioni critiche. A diffondere la notizia ci ha pensato il giornalista Kevin “Kevmath” Mathers. La comunità del poker risponde su TwoPlusTwo.

Sebbene non vinca un braccialetto WSOP dal 1990, tutti gli amanti del Poker Texas Hold’em conoscono molto bene il nome di Thomas Austin Preston Jr, meglio conosciuto come Amarillo Slim. Si tratta di uno degli uomini che ha sdoganato questa disciplina, portandola da sport di nicchia alla conoscenza del grande pubblico. Un personaggio noto a tutti i fan che due giorni fa è stato portato in una casa di cura in condizioni ritenute critiche.

A diffondere la notizia delle condizione critiche di questa leggenda del poker ci ha pensato il giornalista Kevin “Kevmath” Mathers di Bluff Magazine tramite twitter. E sebbene non ci sia ancora un’ufficialità confermata dalla famiglia del giocatore, sul forum “TwoPlusTwo” non sono mancati i messaggi di cordoglio nei confronti di una delle figure che ha portato il Texas Hold’em ad essere considerato dai grandi media.

All’età di 83 anni Amarillo Slim, con quattro braccialetti WSOP alle spalle, è ormai una leggenda del poker e tutti lo considerano come un mito non soltanto per le sue vittorie, ma anche per aver portato il Poker Texas Hold’em verso la notorietà. A proposito Amarillo ebbe la fortuna di giocare con alcune delle più importanti personalità degli Stati uniti come i Presidenti Lyndon Johnson e Richard Nixon. Insomma, una vita degna di essere raccontata in un romanzo.

Insomma, una vita passata davanti ai tavoli vedi che lo hanno reso noto al grande pubblico e che lo hanno portato a vincere oltre 500 mila dollari alle WSOP. E anche se ultimamente la sua stella è stata offuscata da alcune vicende non del tutto chiarite, non possiamo non attribuirgli un merito mediatico senza precedenti. Senza personaggi come Amarillo Slim, infatti, il Poker Texas Hold’em oggi probabilmente non sarebbe lo stesso.

Tweet

View the original article here